Perché la corniola? Perché la corniola è prima di tutto storia, centinaia e migliaia di anni sono trascorsi nel nostro territorio, ma le corniole sono ancora li, quasi dall’alba dei tempi.

La corniola, nonostante sia ormai un frutto quasi “dimenticato”, è presente in gran parte nel nord Italia, soprattutto nel nord-est. Regioni come Trentino Alto-Adige, Lombardia orientale, Veneto alpino e Friuli vedono ancor oggi una presenza massiccia di piante di corniole.

La corniola ( cornus mas ) è un frutto rosso di piccole dimensioni ( 5-7 mm ), molto simile ad una ciliegia oblunga, dal gusto particolarmente intenso , dovuto al suo medio-alto grado di acidità. La pianta del corniole è un albero che può raggiungere le dimensioni di 8 mt, a crescita molto lenta e particolarmente esigente dal punto di vista pedo - climatico.

La diversità e l’unicità del corniolo, rispetto a qualsiasi altra pianta da frutto, si percepisce in principal modo dai suoi aspetti pedoclimatici. Difficilmente, infatti, si troveranno piante spontanee in zone molto assolate e isolate.

L’aspetto varietale è l’aspetto più complesso di tutta la descrizione sul corniolo, in parte perché, causa la scarsa produttività, non si è mai sviluppato un interesse vero e proprio intorno alle scelte varietali, in parte perché essendo la sua zona di diffusione molto estesa

Come sottolineato precedentemente, la corniola trova in Trentino un habitat adatto al suo sviluppo e alla sua crescita. Molteplici sono le storie e storielle che ci sono tramandate dalle generazioni precedenti che hanno come protagonista diretto o indiretto la corniola.

La parte più interessante riguardante il discorso sulla corniola è quella riferita ai potenziali utilizzi della corniola. Partendo dal fatto che la corniola di per sé è difficilmente consumabile come prodotto fresco, causa alto grado di acidità e poca conservabilità del frutto in stadio di giusta maturazione, si aprono molte possibilità di utilizzo in riferimento ai prodotti lavorati.

La corniola può essere a pieno titolo considerato un frutto dimenticato. Utilizzato fin dai tempi antichi in moltissime maniere, sembra aver ormai compiuto ed esaurito il proprio ciclo. Nonostante ciò la sua storia si radica fin nelle prime epoche di civilizzazione umana.

itenfrdees

Visitatori/Utenti

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online

>